Evoluzione

Quando ci siamo incontrati per la prima volta nell’ufficio di Padre Duarte con la certezza che dovevamo fare qualcosa e senza idea di come lo avremmo fatto, non abbiamo mai pensato alla ripercussione e all’effetto moltiplicatore che la nostra iniziativa avrebbe avuto. Servire gli altri non riguarda solo chi riceve ma chi dà.

Una volta iniziato il primo pasto, ci siamo resi conto della necessità di umanizzare, sensibilizzare e salvare i valori in modo che la Tavola della misericordia diventasse a poco a poco lo strumento perfetto per mettere in pratica tutte le opere di misericordia corporale e spirituale.

Oggi la Tavola della Misericordia ha 12 stazioni che oltre a dare un piatto di cibo, offriamo servizi medici, igiene personale, parrucchiere e insegniamo la parola di Dio.

Nella Tavola della Misericordia sono uniti il ​​bisogno di ricevere con la necessità di produrre un’unione totale e perfetta di esseri umani che esalti la vera essenza dell’uomo così come è stata creata da Dio.

Dare un sorriso e una spalla per piangere è avere Dio presente facendo il bene e trasformando le anime.